donna-stressata-dallo-studio

Lezioni, esoneri, prove intermedie, presentazioni e per finire una bella sessione di esami. Come è bella la vita universitaria, ricca di impegni, che portano grandi soddisfazioni (alla fine), ma anche ad accumulare tantissimo stress
Lo studente medio infatti, arriva alla sessione di esami, il momento forse più importante, già sovraccarico di tensione ed ansia, e questo spesso compromette l’esito degli esami stessi, o dell’intera sessione. Ecco qualche piccolo accorgimento da prendere al volo se vuoi approcciarti alla sessione in modo più sereno e vincente!
Fai un super piano d’azione:
Molti studenti preparano la sessione in modo confusionario, studiando quando capita, a volte solo dagli appunti, a volte dal libro, a volte da internet, facendo un mix che dà un senso di affanno e disorganizzazione. Alcuni studiano troppo, alcuni troppo poco, insomma si crea una gran confusione. La confusione genera stress nella nostra mente. Fare un grande piano d’ azione significa, pianificare al dettaglio cosa studiare (argomenti o pagine), quando farlo durante la giornata, e quanto tempo ci dovrai dedicare. In questo modo avrai sempre il polso della situazione, quindi recuperare eventualmente sarà più facile, e l’ordine ti permetterà di sentirti più sicuro
NB: non esagerare, lascia comunque qualche ora libera per svagarti, non sei un robot

Sintetizza e seleziona il programma:
Trovarsi di fronte a libri con centinaia di pagine può essere sconfortante e portare facilmente a pensare di non farcela e quindi ad accumulare stress. Cerca di capire invece quali sono gli argomenti più importanti richiesti dal professore, quelli che sono cruciali per il passare l’esame. Avere chiari questi argomenti ed iniziare da quelli ti farà avere delle certezze in più che ti faranno affrontare lo studio degli argomenti minori con più serenità e leggerezza.
NB: No, il professore non ti chiederà davvero tutto il libro come credi! E se lo facesse veramente, aver selezionato le cose più importanti e saperle meglio delle altre, è la tua ancora di salvezza per essere comunque promosso.
Dormi e fai esercizio fisico:
Ma non perdo tempo? No! Molti studenti sostituiscono ore di sonno con ore di studio: nulla di più sbagliato! Cerca di dormire intorno alle 8 ore al giorno, dai alla tua mente il tempo per riposarsi e rigenerarsi, e il tuo studio ne gioverà. Fai inoltre esercizio fisico nelle pause. Questo aiuta ad ossigenare il cervello, ed a scaricare la tensione, quindi ti permette di rimetterti sul libro con un grado di concentrazione più elevato e quindi essere maggiormente produttivo

Accetta lo stress e impara a conviverci:
L’università non è facile e gli esami sono prove da superare, che come tutte richiedono impegno e preparazione. Tentare di attenuare l’ansia è giusto, ma se cerchi di contrastarla o volerla eliminare del tutto sappi che stai lottando contro i mulini a vento. Si tratta di qualcosa di innaturale e controproducente: lo stress, se ben incanalato può darci una mano a dare il meglio di noi ed avere grinta per raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissati! Quindi impara a conviverci, affrontando gli esami come una sfida, una gara sportiva importante dove dare il massimo. Accetterai l’allenamento (lo studio) con meno ansia e più voglia di arrivare alla gara!

Share this post

Lascia un commento qui

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *