index

Essere concentrati è la base per poter essere molto efficaci e produttivi quando si studia. Molti studenti mi chiedono quali sono le condizioni migliori per concentrarsi. Una delle domande che mi vengono poste più frequentemente è: Ascoltare musica per studiare mi può aiutare?

Se entri in una qualunque biblioteca, ti ritrovi davanti una schiera di ragazzi seduti sui banchi con la testa sul libro e le cuffiette alle orecchie, che studiano mentre (forse) ascoltano musica.

Ti è mai capitato? No, aspetta, forse sei uno di loro!

Molte persone, al contrario, pretendono di studiare nel silenzio assoluto. Ecco questa è una condizione inesistente. Anche se ti trovi a casa da solo, ci saranno sempre dei piccoli rumori che rompono il silenzio e quindi distraggono. Una mosca che vola, una macchina in lontananza, il frigorifero..ecc.. Quindi il silenzio totale e assoluto non esiste!

Se ascolti musica (un certo tipo di musica), dopo un pò di tempo il tuo orecchio e quindi la tua mente, si abitua alla musica e la ignora, come se non esistesse. Allo stesso tempo però la musica, avendo un suo volume, coprirà tutti i rumori eventuali che ci sono intorno, quelli che interromperebbero la tua concentrazione. Questo ti consentirà di essere molto più focalizzato ed attento, con meno possibilità di distrazione.

Quale è quindi il tipo di musica ideale da ascoltare mentre studi?

Quella che in genere viene definita musica rilassante, dove il ritmo e il tempo sono costanti, è molto meglio per la nostra produttività rispetto ad un genere di musica ritmicamente complessa, con cambi di tempo e uno stile “aggressivo”. Questo perché se è costante e la sequenza è simile, dopo un pò il tuo cervello la ignora, quindi ti isola.

Comprendi bene quindi che per questa ragione uno dei migliori generi musicali per lo studio è la musica classica (sì, esatto: Einaudi, Mozart, e compagnia bella!). Più si tratta di melodie costanti meglio è. Ti consiglio di scegliere una bella playlist, in modo da non dover cercare una canzone nuova ogni 5 minuti. Puoi trovare delle playlist ad hoc su Spotify ed Apple Music. Trova quelle che secondo te sono più adatte e utilizzale a rotazione.

In ogni caso quindi ricorda: quando studi metti da parte le tue canzoni preferite e in generale evita come la peste quelle canzoni delle quali conosci le parole!

In conclusione quindi ascoltare la musica per studiare ha dei reali benefici?

La risposta è, come spesso accade: dipende! Soprattutto da che musica ascolti.

Ti consiglio di fare un tentativo, utilizzando le piccole indicazioni che ti ho dato perché per molti universitari, la musica è diventato uno degli strumenti più potente per ritrovare la concentrazione, isolarsi dal mondo e focalizzarsi sui propri obiettivi.

 

 

Share this post

Lascia un commento qui

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *