maturita-2017-quando-iniziare-a-studiare

Qualche tempo fa prendendo un aereo, ho notato la reazione di alcuni bambini. Al momento del decollo un bambino aveva un’espressione entusiasta e divertita per il divertimento che stava provando, sembrava fosse sulle montagne russe. La maggior parte, invece, aveva sul volto una chiara espressione di timore.

Penso che una cosa analoga può succedere per alcuni aspetti quando si deve studiare. Qualcuno proverà una sensazione di piacere perché sta per imparare cose nuove, mentre la maggior parte degli studenti invece, probabilmente sentirà pesantezza e noia. Perché accade questo?

Perché per la maggior parte delle persone studiare è un processo lungo, noioso, faticoso, che richiede del tempo e del sacrificio. Se per te che stai leggendo non è esattamente così ti consiglio comunque di andare avanti a leggere, perché sono sicuro che anche a te è capitato di doverti impegnare duramente per ottenere dei buoni risultati.

Il punto è: davvero lo studio deve essere così o c’è un modo per renderlo più dinamico e veloce? Esiste la possibilità di rendere questo processo un pò più piacevole?

Se lo studio rappresenta uno sforzo o una fatica sarà sempre qualcosa che si vorrà evitare di fare o appena se ne avrà la possibilità ci si dedicherà ad altro.

Se invece utilizzi un metodo di studio più efficace, puoi andare a migliorare diversi aspetti.

Il primo è il tempo. Se ci pensi una delle cause principali della noia è il tempo che impieghi a fare qualcosa. Qualsiasi attività che tu faccia, se richiede tanto tempo, genera noia e distrazione. Ad esempio utilizzando la tecnica della lettura dinamica per studiare, leggere diventa più produttivo e ci vuole meno tempo, quindi distrarsi è più raro e sei anche più invogliato a farlo.

Un altro aspetto pesante è la ripetitività e la noia delle azioni. Per esempio fare schemi e riassunti è totalmente noioso . Se invece impari a fare delle mappe mentali, hai la possibilità di creare sempre qualcosa di diverso e innovativo. In questo modo non solo hai la possibilità di divertirti, ma utilizzi un metodo attivo e creativo, che ti permette di assimilare meglio i concetti

Infine un altro aspetto che spazza via la voglia di studiare è la fatica nel dover ripetere e ripetere e ripetere e ripetere e ripetere…faccio fatica solo a scriverlo. Quante è lungo e faticoso dover ripetere per memorizzare le informazioni? Quante volte dopo un pò di tempo devi ripetere nuovamente per rinfrescare le informazioni che hai memorizzato? E se invece di ripetere a voce alta, riscrivi tante volte o rileggi tante volte il libro, quanto è lungo il processo di memorizzazione?

Le risposte a queste domande purtroppo sono abbastanza disarmanti. Se invece impari ad assimilare le informazioni che studi con le tecniche di memoria, puoi apprendere tantissime informazioni in poco tempo e con meno fatica. Se poi applichi anche la tecnica per ricordare nel lungo termine, ti rendi conto di sapere le cose anche a distanza di tempo, ti senti anche più motivato a studiare! Con le tecniche ti diverti di più e ti senti anche più gratificato.

Si lo so, così sembra tutto facile, e anche se ti sembra strano lo è davvero! Penso che non conoscere ancora queste metodologie al giorno d’oggi sia come voler salire a piedi su una montagna con le infradito. Si fa molta più fatica e se nonostante tutto si arriva in cima, si è usurati e stremati.

Share this post

Lascia un commento qui

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *